Un Nas a costo ZERO

Abbiamo bisogno di condividere dei file in una rete?
Abbiamo bisogno di un NAS!

Acronimo di Network Attached Storage, il NAS e’ un sistema (computer) composto da uno o più dischi facenti capo ad una o più schede di rete. Attraverso i più svariati protocolli di trasferimento file…il contenuto dei dischi e’ reso disponibile alle varie postazioni connesse nella rete. Qualsiasi sia il sistema operativo, qualsiasi sia la configurazione della postazione.

Nel mio caso si doveva creare un punto di aggregazione file raggiungibile da qualsiasi nodo della rete Ninux di cui faccio parte. Dovendo lavorare in economina….tutto il materiale di cui discuteremo e’ stato pagato ben ZERO euro 🙂

Avendo a che fare dalla mattina alla sera con il mondo dell’informatica, appena ho avvistato una vecchia postazione pc ormai esausta…me ne sono appropriato.
Non servono potenze particolari (soprattutto se per utilizzo casalingo/piccolo ufficio). Era un Pentium4 (anche troppo potente) senza memoria e con il dischi rotti.
Porto in laboratorio il tutto….un colpo di compressore ed elimino tutta la polvere presente. Servivano dischi e memoria. 256Mb di Ram basterebbero, 512 Mb sarebbero l’ideale…1Gb avanzerebbero. Trovo 2 bacchette da 256Mb. Perfetti!

Rimuovo lettore cd, e floppy disk …inutili…consumano solo corrente!

Inizio a rovistare per cercare dischi. Qualsiasi disco troviate…sono GB guadagnati. Ne serve uno per il sistema operativo (bastano pochi GB) e i dischi per condividere i dati.
Sono stato molto fortunato. Ho trovato un vecchio 40Gb che e’ perfetto per il sistema operativo e una coppia da 80gb e 200gb per i dati.
Non importa se sono PATA o SATA…l’importante e’ che la scheda madre abbia il controller per poterli connettere.

Dopo aver fatto spazio…monto il tutto.
Mi raccomando….dischi distanziati tra di loro. Sono sempre accesi e dissipano molto calore. Far circolare l’aria e’ importantissimo.

 

Richiudiamo il tutto e passiamo al sistema operativo. Le opzioni sono molteplici…io vi consiglio una distribuzione linux bella, pronta e configurata per svolgere la funzione di Nas.

Io ho usato OpenMedaVault.

Se avete lasciato il lettore cd….vi potete scaricare l’iso, masterizzarla e far partire l’installazione dal cd.
Se come me avete eliminato tutto….createvi una penna usb avviabile con Unetbootin.

Funziona cosi :

  • Scaricate il file .iso della vostra distribuzione preferita
  • Scaricate Unetbootin
  • Inserite una pennetta usb da almeno 1Gb
  • Dite al programma qual’e’ l’iso e qual’e’ la pennetta e premete invio.

Vi creerete una penna usb avviabile che sopperirà la mancanza del lettore cd….riutilizzabile e più veloce.

Installazione da USB

Installazione da USB

Avviate il pc con la penna usb inserita…premete il tasto per scegliere la priorità di boot e scegliete USB DEVICE.

Seguite le istruzioni testuali, inserite utente di root, e in pochi minuti il server e pronto…

Installazione Openmediavault

Installazione Openmediavault

A fine installazione avrete un indirizzo IP …. andate su un qualsiasi pc della rete…aprite il vostro browser preferito e puntate su quell’indirizzo.

Web - Openmediavault

Web – Openmediavault

Tah-dahhhhh! Ecco il pannello di configurazione. Perdeteci un po di tempo per capire tutte le funzionalità e configurate il tutto al meglio….

Magari se l’utilizzo non e’ esasperato potete abbassare le prestazioni dei dischi per diminuire rumore e usura. Potete abilitare lo SMART per prevenire i guasti nei dischi e infine potete/dovete creare le cartelle condivise e gli utenti con i vari permessi.

Buon divertimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.