Un Macintosh Classic tutto da rifare…

Il “Classic” mancava alla mia collezione….e da tempo ne cercavo uno a poco prezzo. Acquisto un grande lotto Apple dove… tra i tanti pezzi…c’era proprio LUI. Un Macintosh Classic bello ingiallito…con tanto di schermo protettivo.
Sapevo benissimo che una volta portato a casa avrebbe avuto bisogno di molte cure…..condensatori e batterie tampone che perdono liquido…ma non pensavo cosi tanto lavoro.

Sprezzante del pericolo…lo collego alla 220 e premo il tasto di accensione. Silenzio!


Spengo, riaccendo…..Silenzio totale.

Prendo block notes e chiave torx e tolgo il coperchio posteriore per quantificare i danni.

  • Batteria tampone integra….meno male!
  • Scheda madre unta del liquido fuori uscito dai condensatori
  • Scheda analogica e telaio laterale….letteralmente bagnati di liquido uscito dai grandi elettrolitici presenti.

Ahi Ahi Ahi…iniziamo male.

Mi confronto con gli altri “malati” di retrocomputing 🙂 e inizio passo dal mio negozio di fiducia per comprare i componenti da sostituire.

Iniziamo con la logic board :

Rimuovo la batteria, ormai scarica ma integra, inizio a dare una bella pulita prima con aria compressa poi con alcool isoproprilico e si passa a dissaldare tutti i condensatori presenti.
Fortunatamente sono tutti da 47uF e uno da 1uF. Una volta rimossi passo una seconda mano di alcool e procedo alla saldatura dei nuovi componenti. Normali elettrolitici andranno benissimo 🙂

Passiamo alla Analog Board :

Gli amici Alessandro e Francesco mi consigliano di cambiare oltre ai condensatori anche il TDA 4605 e il fotoaccoppiatore CNY17G.
La scheda e’ letteralmente bagnata di un liquido oleoso molto scuro. Dissaldo pulisco ben bene con alcool….risaldo e ripulisco con alcool.
Prima di montare il tutto controllo le tensioni con la Analog Board messa su banco (e il filo di EAT moooolto lontano). +5volt e +12volt presenti….posso rimontare tutto.

Un po di aria compressa e una spruzzatina di WD40 ridanno lucentezza all’interno del Mac….siamo pronti…possiamo provare ad accendere!

Click….Baaaangggg!! E’ vivo!

Due Megabyte di RAM … una bombaaa 🙂

Non resta che ripristinare il colore originale del case….o forse no…lo lascio vissuto!

Alla prossimaaaa

14 thoughts on “Un Macintosh Classic tutto da rifare…

  1. ciao,
    innanzitutto complimenti per lo splendido lavoro di restauro sui prodotti.
    Sono alle prese con un Macintosh Classic M0420.
    All’ accensione , lo schermo si illumina e sfrafalla ma visualizzo una serie di righe orizzontali/verticali.
    Ho smontato la anological board sostituendo i condensatori danneggiati rimuovendo le tracce si elettrolita
    Sto esaminando la motheboard ed è ricoperta di acido.
    Tu hai cambiato solo i condensatori ?come hai disossidato in dettaglio la board ?

  2. Ciao Alberto, per pulire il tutto puoi usare della semplice acqua tiepida e sapone e poi asciughi per bene. Se le pulizie sono minime puoi usare del semplice alcool isopropilico. Per il resto controlla bene le saldature fredde sempre presenti non solo sulla analog board ma anche sul connettore della logic board.

  3. ciao Danilo ti ringrazio per i preziosi consigli e scusami se ti rispondo così in ritardo.
    Al momento sono riuscito a ripulirla tutta per bene con alcool isopropilico ed un pennello. Ho notato in corrispondenza del connettore alimentazione i condensatori smd con sigla h3 47 16v un pò gonfi….se non interpreto male dovrebbero essere 47uF 16v , tu hai messo quelli con lo stesso valore ma da 25V ? giusto ?
    Ti ringrazio infinitamente per l’ aiuto e per la condivisione di queste informazioni….spero di riuscire a far riviver questo splendido macintosh classic.
    Ciao

  4. Ciao Alberto, io ho messo dei normali elettrolitici o dello stesso voltaggio o piu alto. Diciamo che nel classic una volta che si mette mano si dovrebbero sostituire tutti i condensatori…ma se gia vedi quelli abbastanza rigonfi inizia con quelli e una bella pulizia.Facci sapere com’e’ andata 🙂

  5. Ciao ,
    ho fatto un recap completo ma continuo ad avere a schermo geroglifici con il monitor che sfarfalla parecchio.
    Ho seri dubbi sulla analog board, continuerò a fare test.
    Ti ringrazio per l’ aiuto …e spero tanto di riuscure a sistemarlo !

  6. Controlla le tensioni, se sfarfalla hai un bel po di cose da provare sostituire. Diciamo che c’e’ molta documentazione a riguardo. In caso batti un colpo

  7. allora sono riuscito a recuperare da altro macintosh una logical board con tutti i condensatori sani e la analog board abbinata, con i condensatori ko. Li ho sostituiti tutti ed ora accade questo:
    – se metto il modulo con le ram il monitor presenta righe orizzontali
    – se metto il modulo senza ram ponticellato come (no ram) mi appare a video la scacchiera .
    La batteria è scarica ma non so se il mancato avvio possa dipendere anche da essa.

  8. Non e’ problema di batteria. Ma la sk madre prima di mettere i nuovi condensatori l’hai lavata?
    Poi cmq online trovi tutta la documentazione con le problematiche in base a quello che compare sullo schermo.

  9. Ho cercato di ripulirla con alcool isopropilico ed un pennello, ma vedo ancora dei residui
    Ho visto un video in cui viene lavata con detersivo per i piatti …. tu l’ hai lavata così ? con che percentuali? per quanto tempo immersa (togliendo la Rom) ?

  10. mi sono accorto di essermi espresso male nel precedente commento …… la scehda con i condensatori ko è quella su cui va la 220V mentre è la scheda madre quella con i condensatori sani ricoperta da elettrolita dei condensatori ko che ho provato a pulire con pennello ed alcool

  11. Ciao Alberto, scusa il ritardo. Prendi una bacinella, acqua tiepida e un po di sapone neutro. Un bel pennello con setole durette…oppure un normale pennello con le setole tagliate. Immergi…strofina e poi risciacqua benissimo. Alla fine aria compressa per togliere tutto e termosifone o forno a 50° per un bel po di tempo.
    Alcuni mettono direttmente in lavastoviglie.
    L’alcool isopropilico funziona pure bene…ma devi fare tutto per bene. Inoltre controlla che non ci siano piste corrose e interrotte.

  12. ALberto come nel commento precedente…c’e’ sa cambiare tutti i condensatori e pulire bene.

  13. Ciao, alcune domande. Parliamo della scheda analogica… ho visto che ci sono due condensatori bianchi in poliestere visibilmente spaccati superiormente. Ho visto vari video e ho notato che sono sempre presenti ma nessuno parla di sostituirli, ma si devono o no sostituire oltre a tutti i condensatori elettrolitici? Ma sopratutto, come si stacca la ventosa rossa attaccata al tubo catodico che finisce sulla scheda analogica? Giusto per riuscire a lavorare un pò più comodo. Grazie, Giuseppe.

  14. Ciao Giuseppe, quando inizi a mettere mano sulla scheda analogica inizia sempre dalle tensioni. Se non ci sono quelle controlla gli elettrolitici (che sono gli unici che perdono liquido) molto spesso ormai deteriorati. Se ci sono condensatori spaccati e’ naturale che debbano essere sostituiti ma spesso sono di filtraggio della 220v quindi non compromettono il funzionamento.
    Per la ventosa…spegni il mac…stacca la corrente….prendi un bel cacciavite connesso a massa e inserisci la punta sotto la ventosa per scaricare il trasformatore di alta tensione. Dopo di che alzando la gomma noti che c’e’ una pinzetta metallica che premuta da un lato con lo stesso giravite permette di togliere il tutto.
    Mi raccomando scarpe di gomma e guanti spessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *