Philips AG9016 … il restauro!

appenacomprato2

 

Da molti anni ho nella testa l’acquisto/costruzione di un amplificatore valvolare. Suono caldo e pastoso e aria molto vintage. Purtroppo i costi proibitivi (per essere un hobby) mi hanno sempre lasciato desistere dall’acquisto. Qualche anno fa ho realizzato un compromesso…un amplificatore ibrido con la parte PRE valvolare e il finale con dei normalissimi TDA. Avevo il suono caldo della valvola…e non avevo speso miliardi per trasformatori di alta tensione e uscita. Ma ancora non ero contento al 100%.

Girovagando per mercatini della domenica vengo attratto da un banchetto con tantissime valvole accatastate. Nella mia testa penso di trovare qualche modello adeguato e iniziare a costruire un ampli come si deve! Alzo gli occhi e vedo una radio Siemens Elettra valvolare…chiedo il prezzo…20€….acquisto senza nemmeno sapere se funziona o no. Porto a casa do una ripulita e, come detto dal rivenditore, FUNZIONA!
Il venditore acquista quindi la mia fiducia e la settimana successiva torno a vedere se ha altro materiale interessate. Sul tavolo compare l’amplificatore oggetto di questo articolo….un Philips AG9016.
Contratto sul prezzo e, grazie ad un “filo di dubbia provenienza” proveniente dall’interno, riesco a portarmi il tutto a casa per 15€!!! E’ malconcio ma mi ha “giurato” che funziona. Speriamo!
Prima di iniziare a lavorarci sopra cerco qualche schema o manuale di servizio e scopro che…..ha un valore circa 20 volte superiore al prezzo pagato!!!
Devo farlo funzionare a tutti i costi!

2Watt+2Watt (due watt!!) – Classe A – 2 valvole ECC83 come PRE e 2 EL95 come finale.

Ecco come di presentava al momento dell’acquisto

Apro e noto una certa pulizia….controllo qualche condensatore, stacco l’alimentazione dal circuito e do corrente sperando che non ci siano esplosioni. Tutto OK!

Ag9016 - Interno

Ag9016 – Interno

Controllo le tensioni e ci sono tutte….ricollego il tutto e riaccendo. I filamenti delle 4 valvole si accendono…splendore!

Spengo e con un tester mi controllo tutti i principali collegamenti audio e corrente. Sembra tutto a posto.

Passiamo alla prova pratica….ma sia gli ingressi che le uscite hanno dei connettori non proprio standard 🙂

Spulciano i vari forum c’e’ gente che ha risolto cambiando tutti i connettori ma io vorrei lasciare tutto originale.
Per le uscite, rivolgendomi ad un vecchio rivenditore di componenti elettronici, riesco a trovare i connettori maschio “punto e virgola”.

Ag9016 - Connettori punto e virgola

Ag9016 – Connettori punto e virgola

Per le entrate la cosa si complica.
Abbiamo 3 ingressi selezionabili da un commutatore posto sul panello anteriore, molto comodo per me che vorrei utilizzare contemporaneamente un lettore Compact Disc e un lettore Mp3.
Una delle 3 entrate e’ un comunissimo connettore 5 pin a 180 gradi facilmente reperibile, ma le altre due sono introvabili a prezzi umani (un solo connettore a 5 pin viene venduto online a circa 28€).

In maniera “più funzionale che pulita” sfrutto i buchi di areazione per far passare del cavetto schermato e con due semplici saldature mi collego direttamente al connettore d’ingresso….dall’altro lato due normalissimi RCA.

Soluzione brutta…molto brutta….che però permette di ripristinare il tutto come in originale senza aver toccato nel la scocca ne il circuito.

Bene…e’ il momento di fare il primo test!
iPod alla mano…collego entrate…un altoparlante all’uscita e premo play. Dopo qualche crepitio dovuto al potenziometro del volume non proprio nuovo….si sente la musica uscire dall’altoparlante.
Provo il secondo canale…..muto!

Service Manual alla mano (ag9016) inizio a controllare i possibili problemi. Una resistenza crepata non forniva l’alta tensione ad una ECC83. Dissaldo, sostituisco, risaldo……funziona!!!

Bene….con l’elettronica ci siamo…diamo una ripulita a tutto il resto.
WD-40 (il mio amico fidato), sgrassatore e olio di gomito e il tutto torna a splendere.

Ag9016 - pulizia pannello frontale

Ag9016 – pulizia pannello frontale

La scocca e’ malconcia…

Carta vetrata grana grossa, carta vetrata grana fine e vernice spray….si comincia.

Ag9016 - Verniciatura

Ag9016 – Verniciatura

Rimonto il tutto…ed ecco il risultato

Come avevo anticipato era mia intenzione riutilizzare un mio vecchio lettore Compact Disc marchiato Pioneer (classe 1988).
Ho molti CD con tanta buona musica….e senza un lettore stanno li a raccogliere polvere.
Porto il tutto nel mio studio, collego ed eccoci pronti per la prova finale.

A corredo due casse a due vie….casualmente sempre di mamma Philips.

FAN-TA-STI-CO!

Non pubblico video perché non renderebbe l’idea….ma vi assicuro che 2Watt per canale sono una potenza più sufficiente per sonorizzare una stanza di 10-15 mt quadrati. Pensateci prima di comprare il prossimo amplificatore da 10.000.000 di watt (ma li compra ancora qualcuno???).
Suono caldissimo e bassi poderosi.
Mi e’ bastato caricare il lettore con 6 CD di buona musica….e chiedere 10 minuti alla mia famiglia per poter testare il tutto.

8 thoughts on “Philips AG9016 … il restauro!

  1. Complimenti, bel lavoro. Ne ho appena preso uno usato, a pezzi, senza chassis originale. Grazie per le foto, sono molto utili

  2. Ciao Danilo, ne ho preso uno anche io, mi arriverà’ dall’Olanda la prossima settimana …dalle foto mi sembra ben messo, speriamo funzioni l’ingresso tape per collegarci un pc, non ero convintissimo al momento dell’acquisto, ma le tue parole mi hanno tranquillizzato
    ps rimango sempre affascinato nel vedere persone come te che hanno pazienza e competenza nel far tornare in vita queste vecchie ma blasonatissime elettroniche
    Andrea

  3. Grazie Andrea, il piccolo Philips e’ ancora in funzione….connesso con un bel lettore CD della Pioneer. Tutto funziona alla grande! Ottimo acquisto!

  4. Salve Danilo, torno a scriverti per chiederti una conferma, appena attaccato il piccolo Philips, ho avuto l’impressione che i bassi erano fuori registro, il suono abbastanza intubato, leggendo in rete ho scoperto che l’Ag 9016 ha il loudness disinseribile..bel guaio direi, per un ascolto coerente bisogna agire sul controllo toni in modo eccessivo, -3 sui bassi e +3 sugli alti, questo risolve il problema a meta’ in quanto con l’alzare del volume evidentemente viene meno il controllo del loudness ed il suono si appiattisce bruscamente, sicuramente saranno anche i condensatori da rinfrescare…tu cosa mi consigli? grazie
    A

  5. Ciao andrea, come dici tu i condensatori potrebbero essere un problema ma potrebbe anche essere un problema di valvole esauste.
    Lo fa su entrambi i canali? Solo su uno? Potrebbe anche essere il potenziometro dei bassi
    Fai qualche controllo

  6. ciao Danilo, si su entrambi i canali, adesso farò un controllo e ti saprò’ dire
    ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *