Elettronica e birra? Ci sta!

Come avrete notato i post su questo blog non sono pubblicati più con la frequenza di una volta…purtroppo gli impegni familiari mi tengono lontano dal saldatore. L’altra sera però ho trovato un’oretta per realizzare un dispositivo semplice semplice per tenere sotto controllo la temperatura di fermentazione della birra.
Si perché…la birra ce la facciamo in casa 🙂
Le temperature in questo periodo, dalle mie parti, oscillano molto da un giorno all’altro…e questo non va bene per la fermentazione della birra fatta in casa che dovrebbe stare tra i 18 e i 22 gradi centigradi. La mia mente inizia a spaziare tra Arduino e microcontrollori…ma il tempo è poco e poi online si trova tutto già pronto basta solo un po’ di manualità.

Non avendo molta fretta ho puntato per gli acquisti sui soliti siti gestiti da “gente con gli occhi a mandorla”…il risparmio e’ pauroso e la merce ormai è la stessa comprata in Italia.

Lista della spesa :

  • Termostato STC-1000 (modello a 220volt)
  • Cintura riscaldante 220 volt 30-40watt (anche con spina non EU)
  • Contenitore plastico


In Italia parliamo di circa 50-60€…..”altrove” non si arriva a 20€.

Il funzionamento e’ molto semplice….il termostato funziona direttamente a 220 volt e viene fornito di una sonda (da posizionare nel contenitore di birra). Sono presenti 2 contatti relè ai quali si può connettere un sistema di riscaldamento (da noi la cintura) e/o un sistema di raffreddamento (non usato visto che lavoro a temperature molto più basse).

Inizio a testare il tutto…

Ho acceso il tutto e poi tenendo la sonda in mano ho constatato l’effettivo funzionamento e la velocità di esecuzione.
Passiamo al semplicissimo cablaggio.

Mi scuso per lo schema disegnato con sistemi “non proprio professionali” ma era cosi semplice che …non ne valeva la pena 🙂
Basta alimentare il termostato direttamente con la 220volt e poi usare la stessa linea per alimentare la cintura interrompendo il tutto con il contatto presente sotto la voce HEATING.
Quindi…nel momento in cui la temperatura scende sotto una TEMP impostata…il termostato alimenta la cintura che inizia a riscaldare il tutto. Appena viene raggiunta la temperatura…..la cintura si spegne.
Semplice no?

Una dima di cartone e un dremel mi hanno aiutato ad inscatolare il tutto…

Chiuso il tutto si passa a programmare il tutto con le semplici istruzioni a corredo

Programmazione

 

Nulla vieta di montare due prese sul contenitore in modo da gestire diversi carichi….lascio a voi spazio alla creatività 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.