Due chiacchiere su Arduino

Molto spesso parlando con amici appassionati di elettronica/informatica esce fuori la parola Arduino….se ne parla come se tutti ne avessero una a casa…ma poi alla fine appena si entra nello specifico….capisco che non sanno nemmeno di cosa stanno parlando. Facciamo un po di chiarezza…

Prima di tutto una bella foto presa direttamente dal sito arduino.cc

 

Questa e’ la versione UNO …se andate sul sito vedrete tutti i modelli disponibili differenti per dimensioni e caratteristiche.

Continuiamo poi con le caratteristiche in modo da accontentare i più smanettoni :

Processore   ATmega328
Velocità processore   16 MHz
Alimentazione    5V
Ingressi/Uscite digitali    14  (di cui 6 PWN)
Ingressi Analogici    6
Memoria Flash    32 KB
SRAM    2 KB
EEPROM    1 KB

Si ma dopo tutte questi paroloni … di che si tratta???

Iniziamo col dire che si tratta di un prodotto INTERAMENTE ITALIANO…ha le dimensioni di un pacchetto di sigarette (la versione UNO) e ad una prima occhiata troviamo una porta USB, un connettore per l’eventuale alimentazione esterna e una serie di pin che rappresentano le Entrate/Uscite sopra elencate.

La si compra ormai ovunque su internet o nei negozi specializzati e basta scrivere Arduino su un qualunque motore di ricerca per essere invasi da progetti, informazioni e documentazione varia.

Appena “spacchettata” non fa praticamente nulla…ma e’ li pronta ad essere programmata e “piegata” in base alle nostre esigenze.

Direttamente dal sito arduino.cc si può scaricare il software per poter programmare la scheda e trovare nello stesso moltissimi esempi di codice per iniziare a capire come funziona.

Stiamo parlando da un bel po .. ma ancora non abbiamo capito che cosa fa….la risposta potebbe essere “tutto e niente”

Niente se non la si programma 🙂 ….tutto se viene connessa al mondo esterno e viene programmata a dovere.

Per usarla non si deve essere dei programmatori….digerisce anche il codice piu sporco del mondo. Io stesso so pochissimo di programmazione e vi posso assicurare che dallo spacchettare la scheda al far lampeggiare un led passano si e no 5 minuti!

La quantità di cose che possono essere realizzate e’ limitata solamente dall’immaginazione. (eh che frase)

Avete degli ingressi … delle uscite … e un processore che sta in mezzo e interagisce con il software che avete scritto!

Alla pressione di un tasto connesso ad un ingresso posso contare fino a 1000 e poi far accendere un led presente ad un uscita ed al tempo stesso far partire un motore connesso ad un’altra uscita

C’e’ chi gestisce l’irrigazione delle piante quando sono secche….chi ha tirato su dei veri e propri sistemi di domotica…chi ci ha fatto dei robot…che chi accende una semplice lampadina quando gli arriva nuova posta 🙂

Non e’ possibile elencare gli utilizzi…ma immaginate questa scheda come il piu semplice punto d’incontro tra un elettronico e un informatico. Molto spesso chi sa saldare non sa programmare e chi programma non sa cos’e’ un led. Con Arduino le due figure si uniscono in una persona sola. Provare per credere!

Il progetto e’ OpenSource…in rete trovate tutto….dagli schemi al software da mettere nel processore…e con lo stesso spirito sono nate un’infinità di schede di espansione che permettono di aggiungere funzionalità. Si va dal GPS, al lettore di RFid, al lettore di schede di memoria fino ad arrivare al controller per motori passo passo.

Più in la utilizzeremo insieme Arduino in modo da comprenderne praticamente le potenzialità

Documentatevi intanto 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.