Chinese power supply – DPS5015


Da tempo tenevo d’occhio un modulo “cinese” per la realizzazione di un alimentatore variabile. Ne esistono vari modelli, differenziati per tensione e corrente massima di esercizio. In occasione di un black friday, decido di acquistarne uno….prima o poi lo proverò (mi sono detto).
Scelgo il modello DPS5015, mi tengo largo, capace di arrivare a gestire 50volt e 15Ampere! Basta fornire tensione continua all’ingresso….al resto ci pensa lui.
Mah……vediamo se e’ vero!

Una sera, in garage, nel fare pulizie, trovo un vecchio alimentatore realizzato con pezzi di recupero tanti anni fa. Abbastanza pesante per sperare in almeno 5-6 Ampere….ma con un semplice selettore di voltaggio 12 o 14.4volt. Lo usavo come caricabatterie. Scritte con pennarello e boccole non allineate 🙂

Alimentatore – stato originario

Quale migliore occasione per utilizzare il mio modulino Cinese?? Preso dalla voglia di realizzare subito qualcosa accendo il saldatore e inizio un upgrade dell’ultimo minuto.
Viste le condizioni pessime nel suo stato originario…ho deciso di non spenderci ne soldi ne tempo…quindi le foto che vedrete di seguito sono frutto di un qualcosa fatto in 1 ora di lavoro con tutto il materiale e gli attrezzi disponibili in laboratorio.

Di “già presente” ho utilizzato solamente trasformatore, ponte a diodi e condensatori. Transistor, resistenze di livellamento, fusibili, e collegamenti di fortuna via….
Smonto riposiziono e faccio pulizia.

Attacco la 220v e mi trovo circa 24 volt al secondario…ottimi per il mio scopo.

Tensione uscita secondario

All’interno c’erano 2 condensatori in parallelo da 6800uF 50V…forse anche troppi…ma li lascio. Puliamo il più possibile la tensione di ingresso.

Condensatori riutilizzati – 6800uF 50V

Passiamo al posizionamento del modulo e collego la mainboard all’alimentazione.

Collego velocemente il display e testo il funzionamento “in aria”. Dopo un po di prove a vuoto inizio a far pratica con il pannello di controllo. Mille informazioni utili….posso settare tensioni e correnti limite…variare tensioni e correnti in uscita….visualizzare la tensione in ingresso. Per 23 Euro….anche se supportasse la metà delle correnti in gioco…può essere considerato un ottimo acquisto.

Passo ad una prova sotto carico con una lampadina per auto….tutto ok!!! Visualizzo Volt, Ampere e Watt consumati in tempo reale. Veramente bello.

C’e’ da fare un rettangolo sul case metallico per posizionare il pannello multifunzione…..non ho il dremel a portata di mano…vado di flessibile (e i risultati si vedono).

Alimentatore in funzione – carico 20watt

Chiudo il tutto e posiziono l’alimentatore accanto agli altri strumenti…e da brutto anatroccolo lo subito metto a regime.

Alimentatore in esercizio

Appena possibile ne comprerò sicuramente altri, magari sfruttando qualche offerta.
Volendo c’e’ la possibilità di modificare il firmware….collegare un pc in wifi….ma questa e’ un altra storia 🙂

Alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.